Su ‘asu martzu

Il formaggio coi “vermi” che fa impazzire il mondo!

Alcune immagini stamattina mi hanno fatto ripensare ad alcune pietanze barbaricine che sono tipiche dell’Estate.

Se vi dicessi che in Sardegna e in particolare da noi in barbagia esiste un formaggio all’apparenza “guasto” ma che per molti rappresenta una vera delizia?

No, non sto scherzando.

Molti di voi sicuramente lo conoscono già, anzi ogni anno in questo periodo fanno a gara per accaparrarsene una forma.

Sarà quel gusto tra il piccantino e il delicato, sarà la magia dei vermetti che saltellano nella “pis’edda” (la forma di formaggio), fatto sta che ci sono persone che impazziscono letteralmente per questa che definiscono golosità!

Altre provano ribrezzo e scappano alla vista del vermicello!

Il desiderio è tale che quanto arriva l’estate molti fanno la fila dal pastore per contendersi almeno una forma di questo “formaggio con i vermi!

Nel 2009 entrò addirittura nel Guiness dei Primati come “Formaggio più pericoloso del mondo”.

Pericoloso non direi, ma magari pesantuccio per chi esagera con le quantità.

Purtroppo per le norme igienico-sanitarie dell’Unione Europea questo formaggio non può essere commercializzato ma nonostante questo è stato inserito nella lista dei prodotti tradizionali agroalimentari da salvaguardare dal Ministero delle politiche agricole.

'asu-martzu

In ogni caso i nostri pastori continuano lo stesso con la sua produzione, anche se minima, aiutati ovviamente dalla larva della mosca casearia che nutrendosi del formaggio lo trasforma in una pasta cremosa.

Alla faccia delle restrizioni è uno dei prodotti che accompagnano le scampagnate estive, specie a San Cosimo.

Pane, ‘asu e tommattis….e il verme muto!


(Visited 134 times, 8 visits today)

Lascia un commento