[Energia Elettrica] dal 2018 tutti nel mercato libero

Dal 1° luglio 2018 non sarà più possibile restare con Enel Servizio Elettrico

Sarà obbligatorio aderire al Mercato Libero.

E’ ormai imminente, anche se ci vorrà poco più di un anno, il passaggio al mercato libero al 100%. Significa che chi attualmente ha un contratto di energia elettrica con ENEL Servizio Elettrico (e di maggior tutela), dovrà obbligatoriamente passare ad un fornitore del mercato libero.

Il passaggio definitivo era previsto per il 1° luglio 2017 ma è stato prorogato di un anno per permettere agli utenti di informarsi ed avere maggiori chiarimenti.

La scelta dell’operatore non sarà automatica e chi ha pensato in un primo momento di poter restare con il servizio di maggior tutela resterà deluso. Non sarà infatti possibile e sarà obbligatorio passare ad altro fornitore.

Nel frattempo chi si trova ancora nel regime di  maggior tutela dovrà essere adeguatamente informato a partire dal 1° luglio 2017. Mentre inizierà a essere disponibile sul mercato una tariffa di “tutela simile”, attivabile online per un anno, con costi monitorati dall’Authority.

Cosa succederà invece a chi non provvederà entro il termine del 1° luglio 2018?

L’Authority farà dei bandi appositi su base territoriale per i fornitori che in relazione alle offerte proposte si aggiudicheranno in automatico i clienti. Questo per evitare che l’ENEL con oltre l’80% di utenti, si trovi in regime di monopolio.

Questo però potrà essere davvero un problema per coloro, specie anziani, che si troveranno, a partire dal mese di luglio 2017, alle prese con proposte di contratti non sempre trasparenti.

L’invito è quello di valutare bene le proposte e informarsi già ora sulle tariffe che i fornitori del mercato libero vorranno proporvi. Tariffe che verranno pubblicate per poter avere i confronti su un apposito portale online promosso dall’Aeegsi.

In ogni caso per effettuare il passaggio basterà rivolgervi al nuovo fornitore. Sarà lui ad effettuare il recesso per vostro conto con il servizio di maggior tutela.

Non buttatevi a pesce sulla prima allettante offerta. Spesso dietro queste promozioni si nasconde la truffa. Valutate bene e se avete dubbi chiedete sempre prima a qualche parente o amico o negli uffici preposti. Oppure semplicemente tenete sott’occhio il mio blog e le mie pagine social. Vi terrò costantemente aggiornati sugli sviluppi.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento