Cagliadebos creaturas

Il pianto della vergine addolorata del venerdì santo

Credo che non vi sia persona a Mamoiada che non conosca questo canto.

Io ogni volta lo ricordo commossa forse perchè ho avuto tempo fa il privilegio di interpretare la madre di Gesù Cristo e quindi dover eseguire da sola anche una strofa.

Ricordo ancora quei momenti come fosse ieri.

s'iscravamentu don murja
Un momento della cerimonia de S’iscravamento. Rettore Bussa predica sul pulpito.

A mie tocca su piantu, a mie su sentimentu, depo piangher cun assentu, e giugher s’oscuru mantu, ca so affligida tantu, Chie t’hat fattu suffrire e Chie!

Un canto straziante cantato dalle Marie il giorno de S’Iscravamentu, il venerdì santo.

Come da tradizione vengono scelte per interpretare questo ruolo tre ragazze, di solito delle Scuole medie.

In tutto il periodo che precede la Pasqua vengono preparate alla funzione, specie nell’imparare il canto.

Non vengono eseguite tutte le strofe ma alcune scelte dall’insegnante. Di solito a Mamoiada erano Carmina e Grassia Zoppeddu, che hanno seguito generazioni di Marie!

Il canto che riporto è stato trascritto a fine ‘800, ed è giunto a noi con alcune differenze di trascrizione. Oggi a Mamoiada ad sempio cantiamo “Calladebos Creaturas” anzichè Cagliadebos

Qualche strofa manca anche da qui.. nell’articolo Sa ‘Ida Santa ci sono anche altre strofe prese sicuramente dai canti del Settenario.

Qui le strofe cantate a Mamoiada:

O triste fatale die

oras penosas e duras

Calladebos creaturas

lassade pianghere a mie.

Ite male as procuradu

fizu, a sos peccadores?

Pro tantos mannos favores

‘usta paga t’an torradu

Rispondemi coro amadu

Chie T’ah mortu e chie?

Rit. Calladebos creaturas

lassade pianghere a mie

Nade Nade peccadores

ite male bos a fattu?

Risponde populu ingratu

ite sun custos favores?

Fizu mortu cun rigores

Chie t’a mortu e chie?

Rit. Calladebos creaturas

lassade pianghere a mie

*A mie tocca su piantu

a mie su sentimentu

devor pianghere cun assentu

e giughe s’oscuru mantu

ca so affligida tantu

chie t’a fattu suffrire?

(questa strofa viene cantata dalla Madre di Gesù)

Rit. Calladebos creaturas

lassade pianghere a mie

O Anghelos de s’altura

O Juvanne e Maddalena

Accumpagnade cun pena

su mortu a sa sepoltura

fizu de mama tristura

chie t’a mortu e chie?

Rit. Calladebos creaturas

lassade pianghere a mie.

Il canto delle Marie del 1959

Eseguito da Maria Gaia con la partecipazione de Sos Croffarios – Registrazione di Carpitella, Nataletti, Lomox. Archivio Teche RAI

Sul mio canale youtube ho pubblicato un video con il canto eseguito dalle Marie nel 2011.

Sul portale Mamoiada.org potete trovare il libretto con tutti i canti della Settimsna Santa. Clicca qui


(Visited 203 times, 14 visits today)

Lascia un commento