La Chiesa de Su Carmu

Chiesa Madonna del Carmelo

Una vecchia ricerca del portale Mamoiada.net che riporto anche qui.

La chiesa del Carmelo o come la chiamiamo a Mamoiada, ‘Umbentu, dà nome al rione che comprende il primo tratto di via Roma.

la chiesa del carmelo prima del restauro

Il convento, che ormai non esiste più, fu costruito a fianco della chiesa dello Spirito Santo da don Francesco Giuseppe Satta Gallisai, parroco di Mamoiada dal 1785 al 1818.

In questo scatto dei primi del ‘900 Wagner fotografò proprio l’ingresso del cortile e anche la facciata della Chiesa. Il cortile era circondato da un muro che molte persone ricordano ancora oggi.

La chiesa de su carmu foto Wagner primi '900

Aperto sotto la protezione della Vergine del Carmelo, fu affidato a delle monache sarde, riconosciute dalle autorità ecclesiastiche e autorizzate dal Prefetto di Cagliari a raccogliere con la questua i mezzi di sostentamento.

Apparteneva al convento quel territorio sottostante chiamato ancora oggi “sae sas monzas”. Tutta la zona viene chiamata cosi dai mamoiadini.

Le religiose insegnarono tantissime cose alle ragazze di Mamoiada, in particolare la preparazione di alcuni dolci.

Furono loro, pare, ad insegnare alle mamoiadine la preparazione dei guelfi che ancora oggi vengono chiamati a Mamoiada “sos ovos de monzas”.

Le monache lasciarono Mamoiada verso fine dell’Ottocento, alcuni nomi sono ancora conosciuti come suora Lutzu, suora Billai, suora Meloni.

Il locale fu ceduto in affitto per abitazione a famiglie non proprio benestanti. Tante persone ancora oggi ricordano questo luogo. Molte sono nate li.

Ultimamente, prima della demolizione dell’edificio un tempo convento, molti si ricordano la struttura adibita a stalla.

madonna-de-su-carmu-statuina
la statua della Madonna del Carmelo all’interno della chiesa. Essa si trova dentro una piccola nicchia di trachite
nicchia-su-carmu

Pochi anni fa furono demoliti definitivamente i ruderi del convento, allargando il vasto cortile, al centro del quale si trova in ottimo stato la chiesa che è chiamata da tutti “Su Carmu”. Purtroppo negli ultimi anni ci sono stati dei problemi strutturali e anche tutta la parte dell’altare è stata sottoposta a restauro e sono stati sistemati dei puntelli per evitare crolli.

Della struttura antica resta ancora visibile nel cortile esterno il vecchio pozzo, uno dei pochi rimasto integro in tutta Mamoiada.

Attualmente in seguito al restauro all’esterno dell’edificio è stato ripristinato l’intonaco. La sua rimozione, che si può notare nei miei vecchi scatti, ha danneggiato la struttura permettendo purtroppo infiltrazioni d’acqua.

mosaico-su-carmu

La festa della Madonna del Carmelo, preceduta dalla solenne novena, si celebra l’ultima domenica di luglio.


(Visited 181 times, 13 visits today)

Lascia un commento